Sentiero Natura Via Vallon
Km e Tempo di percorrenza: 4,3 Km | 1,30 h
Difficoltà: Facile
Punto di partenza: Parcheggio di fronte ai campi sportivi a Caerano San Marco in Via della Pace
Descrizione breve: Un percorso tranquillo dove impareremo a distinguere le varie essenze arboree presenti (grazie a delle tabelle) con magnifici panorami sui Colli Asolani, il Grappa e il Monte Cesen. Attraverseremo la zona delle "Rive" una modesta collina a sud dell'abitato.
Passeggino/Carrozzina: No

Il percorso

Mappa Sentiero Natura Via Vallon

Scendiamo dall'auto e subito sentiamo il suono delle campane della Chiesa di Caerano San Marco. Al di là dei campi sportivi ecco il Massiccio del Grappa e i Colli Asolani.

Continuiamo verso sinistra e superata la bocciofila ecco il Sentiero Natura Via Vallon con un bel cartello che ne indica l'inizio e ci rammenta che attraversaremo anche terreni privati pertanto va prestata ancora maggior cura.

Passiamo a lato di un campo di mais mentre alla nostra sinistra ci sono alberi di diverse specie tutti catalogati con il proprio cartellini; vediamo caprini, aceri campestri, farnie, e sanguinelle. In lontananza possiamo scorgere il rudere di una antica  casa calonica.

Superata la fila di alberi proseguiamo diritti tra due campi di mais e poi seguiamo la piccola freccia in legno (ne troveremo molte altre) che ci indica di andare a destra per seguire il sentiero.

Camminiamo in discesa ed eccoci all'interno di una stradina di campagna protetta dal sole da numerose essenze arboree tra cui acacie e noccioli.

Sbuchiamo da questo vialetto, alla nostra sinistra un piccolo prato con delle arnie, seguiamo le indicazioni andando a destra e più avanti ancora a destra.

La camminata diventa in salita e il terreno è un pò fangoso viste le recenti pioggie, al bivio successivo prendiamo il sentiero sulla sinistra ed ecco che un usignolo smette di cantare e scappa.

Siamo circondati dalle acacie i cuoi fiori permettono alle api di produrre un ottimo miele e che rendono questa camminata perfetta nei periodi di gran caldo vista anche la leggera brezza che si incanala al suo interno e che fa un pò effetto climatizzatore :-p.

Tra i nostri piedi compare qualche riccio di castagneoviamo qualche riccio di castagne tra i nostri piedi. Usciamo dal viale alberato nei pressi di uno specchio d'acqua palustre con annessa una panchina un pò scassata, proseguiamo sulla sinistra costeggiando un uliveto e rientriamo in un viale alberato in discesa, sbucando poco dopo nei pressi di un vigneto.

Siamo in pianura e davanti a noi si apre una vista che nulla ha da invidiare alle immagini taroccate che si vedono per tv.  Facciamo qualche passo in più e il panorama si apre ancora di più, spaziando su Monte Grappa, Colli Asolani e Monte Cesen.

Seguiamo le indicazioni per il punto 8 (verso destra)  e voltandoci un attimo verso sinistra possiamo scorgere la Villa di Maser.  Riprende ancora un bel viale protetto da alberi, un'edera si arrampi su un castagno e i sassi sotto i nostri piedi sono un pò scivolosi.  Siamo nell'ultimo tratto in salita e ad una curva ecco una staccionata e su un'acacia un'edicola campestre un pò...storta.La boscaglia si fa meno fitta, troviamo un vigneto e la strada si fa piana e più pulita.

Passiamo a lato di una casa e poco dopo siamo nei pressi di Via Vallon, una stradina asfaltata di campagna molto tranquilla tra mais e vigneti, anche se è sempre bene prestare attenzione alle auto in transito visto le numerose curve.

Arriviamo nei pressi di una fontana e poco dopo il nostro sguardo viene rapito da alcuni fiori bianchi lungo una siepe....all'interno dei quali troviamo delle api operose intente nel loro lavoro. Ultimiamo Via Vallon...le campane suonano ancora, è già passata un'ora.  Giriamo a destra  in Via Mercato Vecchio e camminiamo lungo il marciapiede. Questa è una via molto trafficata da auto, ciclisti e pedoni . Alla nostra sinistra la vista spazia fino ai Colli Euganei coperti dalla foschia.

Sentiamo degli impianti di irrigazione funzionare e sulla destra notiamo quella che sembra essere una villa veneta e infatti si tratta di Casino Mondin. Superiamo una fontana con delle panchine e poi un capitello (anche questo con fontana), ora la strada prosegue un pò monotona e in breve tempo siamo ad un incrocio dove andiamo verso destra in Via della Pace e in breve siamo al punto di partenza.

Olio extra vergine di oliva del Montello

Azienda Agrituristica Dolce Colle

Volpago del Montello - Via Medaglie d'Oro, 7A - Tel 0423 604886

Galleria Fotografica

Cosa vedere

Essenze arboree catalogate nella parte iniziale del percorso che ci insegnano a riconoscere le piante che popolano il nostro territorio come farnie, carpini, aceri, sanguinelle.

Panorama stupendo oche si apre dopo la prima discesa (circa 30 minuti dalla partenza) su tutti i Colli Asolani, il Massiccio del Grappa e il Monte Cesen.

Punti di ristoro

ci sono ben 3 fontane disseminate lungo il percorso a partire da Via Vallon (1) e Via Mercato Vecchio (2)

Curiosità

La Sanguinella che troveremo lungo questo itinerario, è un arbusto il cui nome deriva dal colore rosso delle foglie e dei rami in autunno.